Olio su tela, altare maggiore
Parrocchia S. Maria Assunta
Particolare volta
Particolari architettonici

Cenni storici

Parrocchia Santa Maria Assunta

La Parrocchia Santa Maria Assunta fu istituita in Recale (CE) in data 8 maggio 1621. La posa della prima pietra della Chiesa risale al 1608 e la costruzione si protrasse per circa vent'anni. L'attuale sagrato della chiesa coincide con l'area vico Cerbone Umberto esistente fino al XVIII secolo, quando è stata fabbricata la cancellata esterna e il villaggio di Recale si sviluppava in direzione Est-Ovest, intorno ad un cardine della centuriazione.

La Chiesa nella sua attuale configurazione risente di un forte influsso neoclassico. A destra dell’ingresso principale troviamo un’acquasantiera a pila la cui base e datata 1599, coeva, e pure in pietra, è la vasca. Il balaustro di sostegno in marmo è del secolo scorso. Sull'Altare centrale vi è un quadro dell'Assunta di Domenico Mondo di Capodrise, firmato D M, olio su tela, 250x172 cm, databile tra il 1750 e 1752. Nella volta della navata centrale vi è un quadro che rappresenta l'incoronazione della Vergine, tempera su muro di Raffaele Iodice, 1924.

Nella cappella a sinistra del presbiterio, sull’altare, un dipinto di Madonna del Rosario (secoli XVII/XVIII). Sul secondo altare a sinistra, si può ammirare un dipinto della Pietà della seconda metà del XVIII secolo, olio su tela. Il dipinto è di un maestro vicino a Domenico Mondo, se non dello stesso. Nella seconda cappella a sinistra, nicchia di sinistra, una scultura di Madonna col Bambino, in legno scolpito e dipinto (secoli XVII/XVIII). Sul pavimento della seconda campata nella navata destra, un’iscrizione sepolcrale in marmo bianco inciso ricorda il giureconsulto Bartolomeo Rossi, morto nel 1755.

Nel 2006 è stato installato il primo corpo sonoro dell'orgsno a canne, progettato dalla ditta Consoli di Locorotondo (BA). La consolle è posizionata al lato sinistro dell'altare maggiore, ove è collocato il coro, seguendo, in tale maniera, le disposizioni emanate dal Concilio Vaticano II in merito alla posizione liturgica di coloro i quali sono chiamati ad animare col canto le celebrazioni. Il corpo sonoro delle canne, invece, è stato sapientemente posizionato sull'antica cantoria posta al di sopra dell'ingresso della chiesa, in considerazione anche delle dimensioni inconvenienti legati al ritardo acustico sia per l'organista che per i coristi. 

Al momento l'organo risulta composto dai seguenti registri:

- principale      16'

- principale      8'

- ottava            4'

- superottava   2'

- ripieno

Storia della Parrocchia

ANNO DI FONDAZIONE: 08 MAGGIO 1621

I Parroci dal 1628

Don Vincenzo De Agostino 30/11/1628 - 31/07/1650

Don Luca Ricciardi 21/08/1650 - 18/03/1652

Don Ferdinando Capriello 06/06/1661 - 02/1662

Sede vacante da febbraio 1662 a dicembre 1664

Don Ferdinando Capriello 09/01/1665 - 13/07/1701

Don Andrea Zitelli 21/08/1701 - 28/06/1719

Don Fabio Pisani 30/07/1719 - 21/02/1722

Sede vacante dal 26/02/1722 al 23/01/1732 

Don Giovanni Fiorentino 29/01/1732 - dicembre 1748

Don Francesco Cutillo 29/02/1749 - 15/10/1749

Don Francesco Stellato 05/03/1750 - 02/02/1774

Don Gennaro Rossi 13/02/1774 - 10/03/1798

Don Marcello Rossi aprile 1798 - marzo 1800

Don Andrea Iadicicco aprile 1800 - 20/01/1871

Sede vacante dal febbraio 1871 al 02 marzo 1889

Don Nicola Cutillo 04/04/1889 - 30/07/1889

Don Giuseppe Porfidia 08/08/1889 - 18/02/1902

Don Emanuele Fusco 22/03/1902 - 20/02/1924

Don Nicola Massaro 07/12/1924 - 09/05/1925

Don Clemente Papa 18/05/1925 - 22/08/1955

Don Tommaso Acconcia agosto 1955 - 20/02/1956

Don Francesco Maietta 25/02/1956 - 28/11/1982

Don Pasquale Lunato marzo 1982 - maggio 1985

Don Claudio Nutrito 01/07/1985 - 22/09/2006

Don Francesco Catrame 23/09/2006 - 03/07/2016

Don Carmine Ventrone 20/11/2016 

Particolare chiesa
Altare maggiore
Particolare taberbacolo
B91A3C0E-2B2C-442C-82EB-0FFF4CDB5116.jpe

Organi Parrocchiali

CONSIGLIO PER GLI AFFARI ECONOMICI

(Canone 537 Codice di Diritto Canonico)

Presiede: Sac. Carmine Ventrone, parroco pro tempore (Canone 532 CDC)

Segretario: Amato Vincenzo

Consigliere: Di Maio Franco

Consigliere: Lombardi Fortunato

Consigliere: Ricciardi Benedetto

Il CPAE è lo strumento di partecipazione per la cura pastorale dei beni e delle attività parrocchiali.

Il Consiglio è moralmente responsabile con il Parroco davanti alla comunità parrocchiale del corretto e puntuale assolvimento di tutti gli adempimenti e le obbligazioni che sono poste in capo alla Parrocchia.

  • Facebook